Addio gonfiore: scopri come ridurre il gonfiore addominale cambiando solo il tuo stile di vita.

Addio gonfiore: scopri come ridurre il gonfiore addominale cambiando solo il tuo stile di vita.

Oggi parleremo di un problema comune che affligge molte persone: […]

Vestibulum ante ipsum

Vestibulum ac diam sit amet quam vehicula elementum sed sit amet dui. Donec rutrum congue leo eget malesuada vestibulum.

Giuseppina Falco

Oggi parleremo di un problema comune che affligge molte persone: il gonfiore addominale.

Spesso concentriamo la nostra attenzione solo sull’alimentazione quando si tratta di sintomi intestinali, come il gonfiore, ma raramente consideriamo lo stile di vita nel suo complesso. Tuttavia, è importante comprendere che il nostro stile di vita può avere un impatto significativo su questo fastidioso sintomo.

Oggi voglio condividere con te alcuni semplici consigli per ridurre il gonfiore addominale agendo esclusivamente sullo stile di vita, senza dover ricorrere a diete estreme o integratori. Prima di tutto, prima di iniziare una nuova dieta o di affidarti a prodotti pubblicizzati in televisione, è fondamentale sviluppare abitudini corrette che miglioreranno il tuo stile di vita.

Cambia il tuo stile di vita per ridurre il gonfiore addominale

Come ho già anticipato quando è presente un sintomo intestinale, il gonfiore addominale ne è un esempio, la lente di ingrandimento va sempre e solo sull’alimentazione. Non si pensa mai allo stile di vita, ad esempio alla qualità del sonno, all’eccessiva sedentarietà, al come si vive il momento del pasto, etc.   

Eppure, lo stile di vita può avere un impatto significativo sul gonfiore addominale. Diversi fattori, come l’esercizio fisico, la gestione dello stress e le abitudini di sonno, possono influenzare la salute intestinale e contribuire al benessere generale.

Per questo motivo, prima di tutto, prima di iniziare l’ennesima dieta, o di prendere il prodotto sgonfia pancia che pubblicizzano in Tv, la cosa importante è assumere delle corrette abitudini che miglioreranno il tuo stile di vita.

Ecco dei semplici consigli per iniziare a ridurre il tuo sintomo intestinale agendo solo sullo stile di vita, quindi senza comprare farmaci o integratori.

Assumi pasti regolari

Per evitare la sensazione di gonfiore a fine giornata è importante non fare l’errore di saltare i pasti, per poi arrivare alla cena affamata e mangiare grandi quantità tutte insieme.

Quindi, il primo consiglio è quello di mangiare regolarmente: fa 3 pasti principali e se ne senti il bisogno due spuntini.

Mastica correttamente

Mastica bene i cibi e non buttarli giù dopo qualche morso perché vai di fretta.

La corretta masticazione favorisce una migliore digestione e aiuta a ridurre l’accumulo di aria nello stomaco, che può causare gonfiore.

Secondo la mindful eating ogni boccone dovrebbe essere masticato tra le 15-30 volte. Per iniziare non ti dico di contare quanto mastichi ma fatti un’idea di quanto ci vuole a masticare un boccone dalle 15 alle 30 volte.

Cerca di mangiare lentamente e di goderti ogni boccone, credimi in questo modo ciò che mangi ti sembrerà anche più buono e non lo butterai semplicemente giù.

Non parlare mentre mangi

Quando ero piccola mia madre mi ripeteva “non parlare mentre mangi”, questo sì serve a non affogarsi mentre si mangia ma è importante anche per non ingerire aria, la quale si andrebbe a sommare ai cibi masticati male che hai semplicemente buttato giù e rendere difficoltoso allo stomaco fare il suo lavoro.

Rendi il pasto il tuo momento di pausa, cerca di non parlare e di tenere lontani pc e cellulare, se non riesci a farlo subito con tutti i pasti scegline uno al giorno.

Chiedo spesso alle mie pazienti qual è il loro pasto preferito, una volta scelto dico loro di renderlo un loro momento, come una piccola coccola giornaliera.

Il mio pasto preferito è la colazione!

Bevi nel modo giusto

Ti ho già detto di quanto sia importante bere, ma bisogna farlo anche nel modo giusto.

Evita di bere troppo durante il pasto, soprattutto bevande gassate, ma evita anche cibi troppo ricchi di acqua come brodi o zuppe.

La digestione per avvenire correttamente ha bisogno di un liquido acido, magari ora starai pensando “ma come se deve avvenire in un liquido non è meglio se bevo?” in realtà no perché se bevi troppo vai a diluire il succo gastrico e quindi lo rendi meno acido.

Puoi quindi bere prima del pasto, circa 15-20 minuti prima e durante il basto bere giusto qualche sorso se ne senti il bisogno.

Non dimenticarti dell’attività fisica

L’esercizio fisico regolare favorisce una corretta motilità intestinale e aiuta a ridurre il gonfiore addominale.

Scegli un’attività che ti piace, come camminare, correre, nuotare o praticare yoga, e dedicaci almeno 30 minuti al giorno.

L’attività fisica stimola il transito intestinale e favorisce la riduzione del gonfiore.

Cura il tuo sonno

Le abitudini di sonno possono anche influenzare il gonfiore addominale.

Una mancanza di sonno di qualità può alterare la regolarità intestinale e contribuire ai sintomi di gonfiore.

Ti consiglio di adottare una routine di sonno regolare e garantire un adeguato riposo per favorire una corretta funzione intestinale.

Prova tecniche per ridurre lo stress

Come ti ho anticipato lo stress può essere causa del tuo gonfiore addominale, per questo motivo potresti provare tecniche per gestire lo stress, come la meditazione, la respirazione, il tai chi o la pratica di attività rilassanti come il disegno o l’ascolto di musica.

Anche lo yoga è un ottima soluzione che ti permette allo stesso tempo di praticare attività fisica e gestire lo stress.

Probabilmente ora ti starai chiedendo:

“Ma come leggo l’articolo di una nutrizionista e non ho nemmeno un consiglio su cosa mangiare?”

In questo caso per ora l’unico consiglio che posso darti è ascoltati.

All’inizio evita gli alimenti che scatenano il tuo gonfiore addominale. Se non sai quali sono puoi fare un diario alimentare per iniziare a capire quali siano.

No, non posso darti io una lista per diversi motivi.

Il primo è che la soluzione non è eliminare diversi alimenti per sempre per ridurre il gonfiore, altrimenti non capirai mai cosa scatena realmente il tuo sintomo. Il rischio è quello di passare da un’alimentazione super restrittiva a una in cui mangi qualsiasi cosa, con conseguente comparsa dei sintomi. Ho provato tutto ciò sulla mia pelle, non se ne esce più da questo circolo vizioso.

Il secondo è che non esite una lista che va bene per tutti, ogni persona è diversa ed ha una propria lista di alimenti che tollera meglio di altri.

Perché eliminare 10 alimenti se a te da fanno gonfiare solo 2?

Bene, ora non ti resta che applicare questi consigli per modificare il tuo stile di vita e ridurre quel fastidioso gonfiore addominale.

Se il gonfiore addominale persiste nonostante le modifiche allo stile di vita, ti consiglio di iniziare un percorso che ti aiuterà a trovare il tuo equilibrio e capire cosa scatena il tuo gonfiore. 

Ricorda, la soluzione non consiste nell’eliminare una serie di alimenti per sempre, ma nel comprendere il tuo corpo e le tue specifiche esigenze. Lavorare a stretto contatto con un professionista ti permetterà di sviluppare una strategia nutrizionale personalizzata che si adatti alle tue esigenze e ti aiuti a raggiungere un equilibrio duraturo.

Non arrenderti mai nella ricerca della soluzione migliore per te. Con l’aiuto adeguato e l’adozione di un nuovo stile di vita consapevole, sarai sulla strada giusta per ridurre il fastidio del gonfiore addominale e raggiungere una migliore qualità di vita.


Sei stanca di vivere con fastidi intestinali e non sai più cosa fare?

Passo 1: Unisciti ora al mio Gruppo Facebook “Il Benessere Parte dal Tuo Intestino”: https://www.facebook.com/groups/giusifalco

Scopri una comunità di persone che comprendono le tue sfide e sono pronte a offrirti supporto, consigli e un’ispirazione senza fine lungo il tuo percorso verso il benessere intestinale.

Passo 2: Non perderti “Le ricette per il tuo intestino”: https://www.giusifalco.it/parti-da-qui/

Un ricettario che ti permetterà di riassaporare il piacere del cibo e ridurre i sintomi intestinali. Scaricalo subito e inizia a trasformare la tua dieta in un’esperienza sana e gustosa.

Passo 3: Scopri la Balancing Diet: il percorso per nutrire il tuo equilibrio intestino – mente: https://www.giusifalco.it/landing-mia-storia/

Clicca qui per leggere la mia storia, che è molto simile a quella di Rosa e tante altre mie pazienti. Ma non solo, leggi tutto le informazioni sul percorso e ciò che riceverai in prima visita.

Passo 4: Prenota una consulenza preliminare: https://www.giusifalco.it/consulenza-preliminare/

Se hai delle domande, vuoi conoscermi meglio e scoprire se questo percorso fa per te prenota una consulenza preliminare.

Ti aspetto nell’avventura verso il benessere intestinale! 💪💚

0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti